EMPI


Il nome cinese Wanshu e si dice derivi dal nome di un inviato militare cinese che, in visita a Okinawa, lo insegn nel villaggio di Tomari intorno al 1683.
Qui fu praticato fino al 1871 per allargarsi poi anche ai villaggi di Shuri e Naha.
Il M Kiyan lo apprese dal M Maeda Pechin che pare fosse uno specialista di questo kata il cui significato giapponese volo di rondine a causa di alcuni suoi moviventi.

  1. Saluto
  2. Yoi in Hachiji-dachi
  3. Avvicinare il piede destro al sinistro per portarsi in Heisoku-dachi mentre entrambe le mani vanno sul fianco sx. La mano sinistra aperta con il palmo, rivolto verso dx, appoggiato sul pugno dx (il dorso del pugno rivolto di fronte).
  4. Facendo perno sul piede dxo, spostare a 90° e in avanti il piede sx (la distanza tra i due deve essere quella corrispondente a un corto Zenkutsu-dachi). Piegare quindi la gamba dx a 90° verso il basso con il ginocchio che sfiora il terreno a circa 10 cm dal tallone sx. Il busto eretto e rivolto verso la direzione frontale del kata mentre le braccia sono in Gedan-barai dx e Mae-kamae sx (il pugno sx appoggiato al torace con le dita rivolte verso l' alto).
  5. Con un movimento veloce e potente alzare la posizione per portarsi in hachiji dachi mentre entrambe i pugni vanno sul fianco sx (sx in hikite e dx sopra in tate) in kamae.
  6. Ruotare di 90° in senso orario per parare con Gedan-barai dx in Zenkutsu-dachi dx. Il sx rimane in hikite.
  7. Richiare indietro il piede sx in linea con il dx, in Kiba-dachi mentre si esegue Kagi-tsuki sx.
  8. Facendo perno sul piede destro ruotare di 90° in senso orario per parare con Gedan-barai sx in Zenkutsu-dachi sx nella direzione frontale del kata.
  9. Mantenendo la posizione dei piedi colpire con Jodan Jo-tsuki dx. Il busto leggermente ruotato verso sx.
  10. Caricare alto il ginocchio dx mentre la mano che ha colpito si apre.
  11. Lasciarsi cadere frontalmente con le gambe (dx avanti e sx dietro) piegate e parallele. I piedi sono ad una distanza tra loro pari a circa met di quella dello Zenkutsu-dachi. Nel momento in cui il piede dx tocca il terreno, chiudere la mano (per afferrare) e richiamarla con vigore sull' orecchio sx mentre si colpisce con Gedan-tsuki dx.
  12. Spostare il piede sx indietro in Zenkutsu-dachi (i piedi per sono quasi in linea) nella direzione opposta allo sguardo abbinando Gedan-barai dx. Il pugno sx va in hikite e il busto leggermente inclinato nella direzione dello Zenkutsu-dachi.
  13. Con una rotazione dell' anca verso sx, rivolgere lo sguardo nella stessa direzione dello Zenkutsu-dachi (che per effetto della rotazione impressa dall' anca tende ad aprirsi correttamente) e parare con Gedan-barai sx.
  14. Mantenendo la posizione dei piedi colpire con Jodan Jo-tsuki dx. Il busto leggermente ruotato verso sx.
  15. Caricare alto il ginocchio dx mentre la mano che ha colpito si apre.
  16. Lasciarsi cadere frontalmente con le gambe (dx avanti e sx dietro) piegate e parallele. I piedi sono ad una distanza tra loro pari a circa met di quella dello Zenkutsu-dachi. Nel momento in cui il piede dx tocca il terreno, chiudere la mano (per afferrare) e richiamarla con vigore sull' orecchio sx mentre si colpisce con Gedan-tsuki dx.
  17. Spostare il piede sx indietro in Zenkutsu-dachi (i piedi per sono quasi in linea) nella direzione opposta allo sguardo abbinando Gedan-barai dx. Il pugno sx va in hikite e il busto leggermente inclinato nella direzione dello Zenkutsu-dachi.
  18. Con una rotazione dell' anca verso sx, rivolgere lo sguardo nella stessa direzione dello Zenkutsu-dachi (che per effetto della rotazione impressa dall' anca tende ad aprirsi correttamente) e parare con Gedan-barai sx.
  19. Portando il peso sulla gamba dx sollevare la sx tenendola piegata a circa 90°. La mano dx rimane in hikite mentre l' altra si apre con il braccio che piegatosi anch' esso a 90° si posiziona con il gomito a circa un pugno dal ginocchio corrispondente. Mantenedo questa posizione aerea, gamba e braccio sx compiono un movimento semi circolare verso sx per scendere infine in Kiba-dachi. Il braccio si ferma a 45° sul lato sxo. Lo sguardo rivolto verso il palmo della mano sx.
  20. Il piede dx va a colpire con la parte heisoku (collo) la zona posta posteriore del ginocchio sx (si assume la posizione della gru) mentre il pugno dx, con il dorso rivolto in avanti, compie un ampio movimento per andare a colpire il dorso della mano sx (con l' avanbraccio dalla parte opposta al pollice). Lo sguardo si rivolge frontalmente. (KIAI).
  21. Spostando il piede destro tornare in Kiba-dachi abbinando Chudan Tate-shuto-uke sx.
  22. Mantenendo la posizione dei piedi colpire con Ren-tzuki (dx-sx).
  23. Ruotare di 90° in senso antiorario in Zenkustu-dachi Gedan barai sx.
  24. Mantenendo la posizione dei piedi colpire con Jodan Jo-tzuki dx. Il busto leggermente ruotato verso sx.
  25. Avanzare in kokutsu-dachi e Chudan Shuto-uke dx.
  26. Velocemente invertire la posizione dei piedi (kiriki-ashi) in Kokutsu-dachi e Chudan Shuto-uke sx.
  27. Mantenendo la posizione dei piedi colpire con Chudan Gyaku-tzuki dx. Il pugno sx va in hikite.
  28. Avanzare in kokutsu-dachi e Chudan Shuto-uke dx.
  29. Ruotare di 180° in senso orario per parare con Gedan-barai sx in Zenkutsu-dachi sx.
  30. Subito a seguire e senza modificare la posizione dei piedi, colpire con Jodan Jo-tzuki dx. Il busto leggermente ruotato verso sx.
  31. Caricare alto il ginocchio dx mentre la mano che ha colpito si apre.
  32. Lasciarsi cadere frontalmente con le gambe (dx avanti e sx dietro) piegate e parallele. I piedi sono ad una distanza tra loro pari a circa met di quella dello Zenkutsu-dachi. Nel momento in cui il piede dx tocca il terreno, chiudere la mano (per afferrare) e richiamarla con vigore sull' orecchio sx mentre si colpisce con Gedan-tsuki dx.
  33. Spostare il piede sx indietro in Zenkutsu-dachi (i piedi per sono quasi in linea) nella direzione opposta allo sguardo abbinando Gedan-barai dx. Il pugno sx va in hikite e il busto leggermente inclinato nella direzione dello Zenkutsu-dachi.
  34. Con una rotazione dell' anca verso sx, rivolgere lo sguardo nella stessa direzione dello Zenkutsu-dachi (che per effetto della rotazione impressa dall' anca tende ad aprirsi correttamente) e parare con Gedan-barai sx.
  35. Ruotare lo sguardo a dx, verso l' asse frontale del kata e, mentre il pugno sx va in hikite, il dx sale, con un ampio movimento dal basso verso l' alto, eseguendo Teisho-uke (piegare completamente il polso).
  36. Spostando il piede dx portarsi in Zenkutsu-dachi dx (lungo l' asse frontale del kata). Durante lo spostamento le braccia vanno, con un ampio movimento, in Chudan Teisho-uke sx (con il palmo verso l' alto) e in Gedan Teisho-osae-uke dx (con il palmo verso il basso) per poi inverrtirsi nel momento in cui la posizione si assesta (sx in Teisho-osae-uke e dx in Chudan Teisho-uke).
  37. Avanzare in Zenkutsu-dachi sx abbinando Chudan Teisho-uke sx (con il palmo verso l' alto) e Gedan Teisho-osae-uke dx (con il palmo verso il basso).
  38. Avanzare in Zenkutsu-dachi dx abbinando Chudan Teisho-uke dx (con il palmo verso l' alto) e Gedan Teisho-osae-uke sx (con il palmo verso il basso).
  39. Facendo perno sul piede sx sposare il dx in Kokutsu-dachi lungo l' asse frontale del kata e parare con Gedan-barai dx. Il sinistro va in hikite.
  40. Con un piccolo yoriashi portarsi in Kiba-dachi (o fudo dachi) abbinando Jodan Tsukami-uke sx e Gedan Teisho-uchi (entrambe le mani sono aperte con il palmo che guarda all' interno). Il busto leggermente inclinato in avanti.
  41. Slanciare verso l' alto il ginocchio dx per scendere, dopo una rotazione di 360° in senso orario, in Kokutsu-dachi dx abbinando Chudan Shuto-uke dx. La posizione finale si assesta di circa met Kokutsu-dachi indietro rispetto al punto di partenza (KIAI). L' idea quella di afferrare l' avversario e catapultarlo via mentre si salta per evitare un successivo colpo di bastone. Riveste molto importanza il caricamento in volo dello Shuto-uke e l' equilibrio nel momento in cui si tocca il terreno.
  42. Spostando indietro il piede anteriore portarsi Kokutsu-dachi sx abbinando Chudan Shuto-uke sx.
  43. Avvicinare il piede dx al sxo per portarsi in Heisoku-dachi mentre entrambe le mani vanno sul fianco sinistro. La mano sx aperta con il palmo, rivolto verso dx, appoggiato sul pugno destro (il dorso del pugno rivolto di fronte).
  44. Yoi in Hachiji-dachi
  45. Saluto